Blog: http://Reconquista.ilcannocchiale.it

Il Servitore dello Stato Parallelo

Il deprecabile "vecchio vissuto male", come ha ben scritto Massimo Fini, se n'è andato, se Dio vuole, sproloquiando tramite quattro missive alle più alte cariche dello Stato sul proprio servizio al Popolo Sovrano e sulla propria fede nelle Istituzioni repubblicane.

Chissà cosa penserebbe Giorgiana Masi assassinata il 12 maggio 1977 durante una manifestazione di piazza in cui erano presenti agenti di pubblica sicurezza in borghese armati e infiltrati nel corteo, dal momento che il "vecchio vissuto male" attestò nel 1977 la loro assenza davanti al Parlamento, salvo poi ammetterne la presenza in una trasmissione della TV di Stato nel 2007.

Chissà cosa penserebbe Rosario Livatino assassinato da Cosa Nostra il 21 settembre 1990 e accomunato nella definizione di "giudice ragazzino" cui non è consono non solo condurre indagini di mafia, ma persino amministrare in Sardegna una casa terrena con la porta che è anche la finestra.

Chissà cosa penserebbe il Generale dell'Arma dei Carabinieri Carlo Ciglieri morto il 27 aprile 1969 in uno strano incidente stradale e destinatario del dossier del generale Manes sulla fuga di notizie del Piano Solo del generale golpista De Lorenzo, coperto  dagli omissis del Sottosegretario alla Difesa Francesco Cossiga.

E chissà cosa ne penserebbe il generale Manes morto di infarto il 25 giugno 1969, poco prima di essere audito dalla Commissione Parlamentare sullo stesso tema.

Chissà cosa penserebbe, se solo glielo raccontassero per bene i media, il popolo sovrano dello Stato italiano ufficiale a proposito di questo servitore dello Stato Parallelo.

Pubblicato il 1/9/2010 alle 17.53 nella rubrica diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web