.
Annunci online

Reconquista
Il viaggio di un eternauta
POLITICA
8 gennaio 2016
Cose di cosa nostra
Esistono sbagli di prospettiva commessi in buona fede dalle migliori persone di questo mondo.

Nella sua recente autobiografia Giancarlo Caselli riporta un'affermazione di Carlo Alberto Dalla Chiesa a Giorgio Bocca: "Gran parte dei privilegi mafiosi pagati dai cittadini non sono altro che i loro elementari diritti. Assicuriamoglieli noi questi diritti, togliamo questo potere alla mafia."

Tale affermazione è tradotta in linguaggio mafioso dal boss in carcere Pietro Aglieri. "Quando venite nelle nostre scuole a parlare di legalità e giustizia, i nostri ragazzi vi ascoltano e vi seguono, ma quanto questi ragazzi diventano maggiorenni cercano un lavoro, una casa, assistenza economica e sanitaria a chi trovano? A voi o a noi?".

Caselli conclude: "Se i diritti fondamentali dei cittadini non sono soddisfatti, i mafiosi li intercettano e li trasformano in favori che elargiscono per rafforzare il proprio potere". Il solo volto militare dello Stato non assicura una vittoria duratura sulla mafia.

Tutto vero, ma viene prima la vittoria "militare" e giudiziaria, senza la quale non siamo in grado di estirpare i mafiosi e i collusi dagli enti pubblici e dalle aziende che danno lavoro, servizi, denaro, sostituendoli con un'amministrazione mediamente virtuosa. Altrimenti come si possono dare lavoro, servizi, denaro? Con le aziende private che dovrebbero operare in un contesto economico inquinato e sotto le pressioni mafiose? Maddài .....


  

Rubriche
Link
Cerca

tag cloud
alitalia mafia aglieri cossiga corruzione d'alema renzi bersani giustizia cacciari bilancio andreotti amore politica bordin afganistan briatore bisignani berlusconi blac bloc
Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

Italia



IL CANNOCCHIALE