.
Annunci online

Reconquista
Il viaggio di un eternauta
POLITICA
23 marzo 2011
Legittimità internazionale
Una guerra non può essere giusta dal punto di vista morale.

Chi è innocente perde la sua innocenza, chi è colpevole non paga da solo per la sua colpevolezza.

Una guerra può, invece, essere legittima dal punto di vista del diritto internazionale.

Non lo è sulla base della difesa di interessi nazionali nè palesi come l'accaparramento di risorse naturali o il respingimento di esseri umani inermi, nè opachi come i traffici di armi che coinvolgono spesso servizi di sicurezza "democratici" e faccendieri interni alle dittature.

Anzi, spesso gli interessi sono nazionali solo di nome, mentre di fatto sfido a vedere un interesse distribuito ai cittadini italiani nei profitti di ENI sul petrolio, di Finmeccanica sulle armi, di Impregilo sulle commesse edili, tanto per non far nomi.

Legittima la guerra può esserlo quando c'è un pericolo immediato per le popolazioni civili dovuto all'aggressione violenta di dittatori interni o di terroristi occultati da paesi esteri o direttamente di paesi esteri.

Non è mai legittima la guerra preventiva, ma solo quella reattiva.

Quindi. Sì all'intervento in Libia, sì a quello in Kossovo, sì a quello in Afganistan. No a quello in Irak.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Libia irak afganistan guerra legittimità giustizia

permalink | inviato da ricke il 23/3/2011 alle 17:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
  

Rubriche
Link
Cerca

tag cloud
amore bersani giustizia politica afganistan d'alema mafia aglieri bisignani bilancio andreotti briatore cacciari cossiga blac bloc bordin alitalia corruzione berlusconi renzi
Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

Italia



IL CANNOCCHIALE