.
Annunci online

Reconquista
Il viaggio di un eternauta
POLITICA
18 maggio 2013
Inciucista confesso
Nicola Latorre ha un cursus honorum di tutto rilievo al riguardo.

Faceva parte della merchant bank di Palazzo Chigi che non parla inglese (copyright Guido Rossi) entrata con le pezze al culo e uscita benestante (Marco Travaglio) assieme a Claudio Velardi (divenuto spin doctor di candidati di destra), Fabrizio Rondolino (notista de Il Giornale di Berlusconi), Marco Minniti (animatore della Fondazione ICSA con Kossiga).

In stretto contatto con il tesoriere che ha "occultato" il patrimonio dei DS nelle Fondazioni, Ugo Sposetti che ama desinare con Denis Verdini.

Lo si ricorda per il pizzino a La7 per aiutare nel dibattito in corso il collega della destra a discapito del teorico alleato dell'IDV.

Ultimamente ha gettato definitivamente la maschera e ci sta dicendo con chiarezza chi è.

Ha bollato come entrambe gravi le vicende di dissenso interno alle candidature presidenziali di Marini e Prodi. Peccato che la prima è stata alla luce del sole e la seconda nell'ombra silenziosa che si confa ai miserabili che sanno di essere infami. Per non parlare del fatto che Prodi è la bandiera del PD, Marini tutt'al più della DC-PPI. O Nicola Latorre ha come bandiera solo lo Skorpione dai baffetti padrone del partito delle Coop?

Infine, mentre Luigi Zanda capogruppo del PD bollava come ineleggebile il noto concessionario TV Giglio di Campo e quindi impossibile la sua nomina a Senatore a Vita come suggello dell'Inciucio dei Vent'anni, lui pronto "non spetta a noi decidere sulla nomina di senatore a vita".

Politicamente infame e miserabile.
POLITICA
25 aprile 2013
Ritorno degli zombie
Fine delle illusioni.

Finisce il governo tecnico delle tasse impotente sulla spesa e le liberalizzazioni.

Inizia il governo politico della spesa facile, della casta impunita e delle liberalizzazioni nulle.

Ce la caveremo solo per decisioni esterne: immissione di liquidità delle banche centrali, aumento dei salari e degli investimenti pubblici in Germania.

Altrimenti ci ritroveremo tra sei mesi o un anno con tassi di interesse insostenibili, congelamento depositi bancari, riduzione stipendi pubblici, disoccupazione al 15%.

In un caso o nell'altro corruzione, spreco risorse pubbliche, evasione fiscale, privilegi delle professioni rimarranno.

Ora anche senza speranza dopo avere visto dei politici osceni tradire la propria bandiera fondatrice.
  

Rubriche
Link
Cerca

tag cloud
cacciari amore mafia andreotti cossiga briatore bisignani giustizia blac bloc bersani alitalia bordin d'alema renzi politica corruzione aglieri afganistan berlusconi bilancio
Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

Italia



IL CANNOCCHIALE